ii

che fregola mi scappa di mattina nel sesso di trovarmi voglia di meccaniche lusinghe d'inventarmi smania di dita imperiose serpi e maestre des études d'exécution transcendante che comandano miele alle membra

ma poi che fatica scrivere di cose indicibilissime di fame e di sete e di voglia di questo meccanico amore autoironico oh sì è anch'esso amore ne ha almeno la viltà e tanticchia di strazio